Colloqui di aiuto psicologico - Ologea - Progetti per i tuoi sogni

Cerca nel sito
Società Cooperativa Sociale - ONLUS
Vai ai contenuti

Menu principale:

Corsi > Livello 4 - Rivolto alle persone
COLLOQUI DI AIUTO PSICOLOGICO: A SCUOLA … ANCHE DA CASA


Le nuove tecnologie hanno creato nuove possibilità nell'ambito della didattica, sia per quanto riguarda la velocità di reperire le informazioni, sia per quanto riguarda la possibilità di interazione tra docenti e studenti a distanza. Soprattutto quest'ultimo aspetto oggi assume una rilevanza sempre maggiore in occasioni differenti: nel caso di scambio di informazioni e nel caso dell'assenza dall'aula scolastica da parte del docente o dello studente. Fermo restando che i casi riguardano normalmente momenti specifici dovuti a problemi sanitari e non l'intero anno scolastico, si può tuttavia osservare come in quest'ambito le nuove tecnologie diventino indispensabili per mantenere il filo diretto tra docenti e tra docente e studente. Nel caso proposto l'alunno, impossibilitato a partecipare alle lezioni di persona, l'ausilio di internet, e-mail e supporti magnetici di altro genere sono risultati importanti. Bisogna attuare un'attenta riflessione sull'uso della didattica a distanza in scuola media superiore. Innanzitutto, anche se ormai la maggior parte degli allievi possiede un PC, è vero che la diffusione di questo mezzo tecnologico non ha ancora raggiunto il 100% degli studenti. Ciò significa che, anche se tutte le scuole sono dotate di internet e computer, spesso di ultima generazione, non tutti i ragazzi possono usufruirne al di fuori dell'ambiente scolastico. Inoltre, se per mantenere un contatto più diretto con l'alunno, si crea un chat-room, bisogna verificare che la connessione sia sufficientemente veloce affinché chi la usa, da casa o da scuola, non si trovi in una situazione di frustrazione nel conversare (ciò vale soprattutto con chi è forzato a rimanere a casa). Un contesto di questo genere crea delle difficoltà tecniche oggettive che non permetterebbero nessun lavoro di didattica a distanza. Partendo dal presupposto che l'alunno in questione disponga della tecnologia indispensabile, la situazione produrrebbe vantaggi e svantaggi didattici non di poco conto. I vantaggi, risultato di un'innovazione didattica impensabile fino a pochi anni fa, riguardano vari aspetti:

possibilità che ha l'alunno a casa di poter continuare la sua formazione;
annullamento del totale isolamento dall'ambiente scolastico
continuo contatto con docenti e compagni
nonostante la situazione di malattia, c'è la possibilità di mantenere una vita "normale"






Tuttavia vi sono anche alcuni svantaggi, che, per i limiti del caso in esame, non potrebbero essere eliminati:

il materiale inviato dal docente, se non in forma di video, diventa un "libro" ulteriore da studiare, che non ha una spiegazione in viva voce
il contatto via chat potrebbe sul lungo periodo risultare faticoso e "noioso".


Ovviamente, il grande vantaggio è che l'alunno a casa non si sentirebbe emarginato né solo. Rimane il problema di un contatto umano necessario, ma no fattibile in tale situazione, che manca allo studente. Se l'apprendimento è un fatto sociale - ed è appurato che lo sia – allora l'apprendimento per via tecnologica, così come descritto, risulta monco della parte "umana". È vero che in alcuni casi, disponendo entrambi i soggetti di web camera e di microfono, è possibile lavorare in videoconferenza. Questo scenario ideale di lezioni in videoconferenza non è ancora possibile nella scuola italiana per la mancanza di tecnologia necessaria a supportare tale tipologia didattica. Se la tecnologia rappresenta una risorsa irrinunciabile per la moderna didattica, è anche vero che, aldilà dei casi di estrema necessità, la lezione in classe rimane l'aspetto più interessante e utile per gli studenti e per i docenti. Il contatto umano rappresenta il valore aggiunto all'interno della scuola: gli studenti non sono solo discenti delle singole discipline ma sono, soprattutto, essere umani che stanno attraversando tutte le fasi della propria crescita professionale, dalla scuola dell'infanzia fino alla scuola superiore. Una scuola basata unicamente su lezioni a distanza e videoconferenze, come alcuni prospettano, proverebbe tutti gli operatori della scuola, dagli studenti al dirigente scolastico, dell'aspetto sociale dell'apprendimento, che non è, come già detto secondario, ma risulta l'ambiente ideale per lo sviluppo e la crescita personale

 
CONTATTI
Società Cooperativa Sociale - ONLUS
Ologea - Società Cooperativa Sociale ONLUS
Via Roma 196 33019 Tricesimo (UD)
Tel. +39 0432 852112 / 334 810 78 46
P.IVA 00037168887
Mail : info@ologea.it
Torna ai contenuti | Torna al menu